Il Blog Alfasecur

Caro bollette: come risparmiare con i sistemi intelligenti per la casa

05 Apr 2022

Da qualche anno a questa parte i sistemi domotici intelligenti sono entrati nei nostri appartamenti migliorando il comfort qualitativo e il livello di sicurezza domestico: è oggi sufficiente installare un impianto domotico integrato per controllare una vasta serie di condizioni ambientali e, dunque, gestire tramite smartphone il riscaldamento e le videocamere di sicurezza, l’illuminazione e la rete Internet, e così via.

Tra i principali vantaggi di un sistema intelligente per la casa c’è anche quello legato al risparmio energetico. Un buon impianto domotico integrato può infatti contrastare il temuto caro bolletta e ridurre i consumi totali di energia elettrica tra le mura di casa. Ma in che modo?

Come la domotica ti fa risparmiare sulla bolletta

I modi attraverso cui un sistema domotico per la casa è in grado di farti risparmiare sulle bollette sono piuttosto numerosi. Per esempio, prova a riflettere sul fatto che puoi agire su:

  • Spegnimento delle luci: oltre a programmare l’accensione e lo spegnimento delle luci, è possibile installare delle luci con sensori di movimento, che si attivano solo in caso di presenza nella stanza.
  • Regolazione delle temperature: il sistema di domotica può programmare i cambiamenti di temperatura in ogni stanza della casa per soddisfare le esigenze specifiche ed evitare sprechi di energia.
  • Controllo degli Infissi: con la domotica è possibile programmare l’apertura automatica di finestre, serrande, persiane e tapparelle per regolare luce e calore delle stanze maggiormente esposte.
  • Monitoraggio dei consumi: un buon sistema integrato di domotica è in grado di monitorare i consumi di elettricità domestica e suggerire quali siano le fonti di possibili sprechi e maggiori ottimizzazioni
  • Sistema di allarme connesso: non solo antifurto, ma anche segnalazione di fughe di gas, fumo o allagamento.

Una casa intelligente risponde ai tuoi bisogni in pochi istanti, fornisce comfort e sicurezza in modo efficiente, consentendo il monitoraggio dei consumi e, di conseguenza, un risparmio sulle bollette.

Qual è la soluzione migliore per la tua casa: domotica o smart home?

Sancito che i sistemi intelligenti possono darti una mano significativa per tagliare la bolletta di elettricità (e non solo), probabilmente ti stai domandando in che modo sia possibile adottare un sistema integrato nella tua abitazione, alle migliori condizioni di mercato.

Tutto questo è possibile grazie alla domotica e alla smart home, entrambi sistemi che hanno lo scopo di rendere intelligente la propria casa consentendo la possibilità di controllarla da remoto.
Attenzione a non confonderle, questi sistemi hanno differenze sostanziali, approfondiamoli insieme.

Domotica casa e smart home: controllo consumi dei dispositivi con touch screen e riduzione degli sprechi
Domotica casa e smart home: controllo consumi dei dispositivi con touch screen e riduzione degli sprechi

Domotica

La domotica (o home automation) consente la gestione coordinata ed integrata di tutti i dispositivi e sistemi della casa attraverso il cablaggio dell’impianto elettrico, cioè collegando fisicamente i device ad un’unica centralina.

A differenza della smart home, che è wireless e basata su soluzioni anche differenti, tutti i dispositivi informatici che formano un impianto domotico:

  1. Sono fortemente collegati tra di loro, permettendo di automatizzare, interamente o in parte, le funzioni della casa, con possibilità di personalizzazione totale;
  2. Sono gestibili da un unico pannello di controllo, accessibile anche da una comoda applicazione su smartphone, consentendo una visione generale e controllo dei consumi di tutti i sistemi da remoto.

Un impianto domotico è un investimento in termini di comfort e sicurezza, in grado di farci risparmiare grazie alla riduzione dei consumi di luce, gas e acqua. 

Smart Home

Il concetto di Smart Home, invece, prevede l’entrata in scena della rete Internet: senza cavi o interventi strutturali, è possibile installare apparecchi innovativi con cui potrai automatizzare diversi aspetti della casa, dall’illuminazione agli elettrodomestici.

Il funzionamento dell’impianto Smart Home è molto semplice: il cuore del sistema è rappresentato infatti dal Main Gateway, un’unità centrale a cui si collegano, wireless, tutti i dispositivi che compongono la casa intelligente (interruttori, dimmer, sensori di movimento e di temperatura e altri device).

Una Smart Home è una casa i cui singoli dispositivi sono sempre regolabili e controllabili da remoto, tramite App o assistenti vocali, ma non comunicano tra loro, rimanendo indipendenti l’uno dall’altro. Tra gli oggetti smart troviamo le tapparelle, il videocitofono per aprire al corriere anche quando non siamo in casa, i sensori per il controllo della temperatura, gli elettrodomestici connessi e tanto altro.

A differenza della domotica, una Smart Home:

1. Prevede uno sforzo più ridotto in termini economici e strutturali, bastando una rete internet al loro funzionamento, senza interventi murari;

2. È più limitata a livello di personalizzazione e di automazioni.

Quale soluzione è la migliore?

Entrambe le soluzioni, visti i vantaggi in termini di comodità e sicurezza, consentono una maggiore consapevolezza dei consumi di casa, e di conseguenza una riduzione degli sprechi.

Esiste un sistema migliore? Un’unica risposta corretta è semplice capire che non esiste, ma dipenderà da diversi fattori, in base alle esigenze di ognuno.

  1. Necessità: se si vuol possedere oggetti connessi comandabili da smartphone da remoto o vocalmente si può scegliere una soluzione smart home, mentre per un progetto di automazione più ampio la domotica è sicuramente la soluzione migliore.
  2. Budget e interventi strutturali: i sistemi Smart Home richiedono un investimento ridotto per l’acquisto dei dispositivi smart e per creare il proprio “ecosistema” intelligente, mentre un impianto domotico prevede lavori di muratura per permettere la totale integrazione delle funzioni domestiche. A tutti gli interessati va ricordato, inoltre, che la domotica aumenta il valore dell’immobile e rientra tra gli interventi detraibili tramite le agevolazioni dell’Ecobonus e Superbonus.
  3. Personalizzazione: un impianto Smart Home richiede sicuramente un investimento minore in termini di installazione, ma è limitato nelle integrazioni tra i sistemi, al contrario della domotica che permette una personalizzazione pressocchè totale di tutti i dispositivi della casa.

 

 

Se vuoi approfondire come trasformare la tua casa o il tuo ufficio in modo intelligente è possibile richiedere una consulenza gratuita e senza impegno compilando il modulo online cliccando qui oppure chiamando il numero 0871 551244.

 

 

 

Vuoi risparmiare sulle bollette?