Il Blog Alfasecur

Domotica e incentivi: come accedere al Superbonus 110% ed Ecobonus 65%

07 Giu 2022

L’attuale quadro normativo ha previsto importanti agevolazioni fiscali per coloro che scelgono di installare dei sistemi di domotica all’interno della propria abitazione.
Proviamo a fare un po’ di chiarezza, comprendendo quanto si può risparmiare e in che modo i sistemi domotici possano aiutarti a rendere più confortevole il tuo appartamento.

Superbonus 110%

Come intuibile, l’agevolazione fiscale più conveniente sui lavori effettuabili nella propria casa è quella del Superbonus 110%, che consente una detrazione al 110% delle spese sostenute per interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica degli edifici, effettuati tra 01/07/2020 e il 30/06/2022.

Può essere richiesto da

  • persone fisiche,
  • condomini,
  • Istituti Autonomi Case Popolari (IACP),
  • cooperative di abitazione,
  • organizzazioni senza scopo di lucro,
  • associazioni
  • società sportive dilettantistiche.

 

Interventi trainanti

Gli “interventi trainanti”, ovvero gli interventi principali che danno accesso diretto al Superbonus, sono tre ovvero:

  • isolamento termico delle superfici (cappotto termico) che interessa l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie;
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria, a condensazione o a pompa di calore
  • interventi antisismici.

Per accedere al Superbonus 110% è necessario realizzare almeno uno dei 2 interventi principali più l’aumento di 2 classi energetiche dell’edificio o, in alternativa, arrivare alla classe energetica più efficiente.

Superbonus e ecobonus per domotica casa: come usufruire della detrazione fiscale

Superbonus ed ecobonus domotica casa: come usufruire della detrazione fiscale

 

Interventi trainati o secondari

In aggiunta agli interventi principali (trainanti), è possibile integrare nella detrazione alcuni lavori secondari definiti come “trainati“, cioè interventi che prevedono la detrazione fiscale maggiorata solo se eseguiti contestualmente a quelli trainanti.

Se abbinati a interventi antisismici, di isolamento termico o di sostituzione di vecchi impianti di climatizzazione, rientreranno nel Superbonus del 110% le seguenti spese:

  • sostituzione di serramenti e infissi;
  • installazione di pannelli fotovoltaici;
  • Sistemi di building automation e impianti domotici esclusivamente per i dispositivi che gestiscono direttamente la termoregolazione colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.

 

Domotica e Superbonus 110%

Con domotica e building automation si intende l’automazione completa e centralizzata delle funzioni dei vari impianti di una casa o edificio (uffici, condomini,ecc), con lo scopo di ottimizzare le prestazioni della struttura e aumentare i livelli di comfort, vivibilità  e sicurezza.
La domotica è un concetto simile alla building automation negli obiettivi, ma si differenzia nella dimensione dell’ambito applicativo: con la domotica si parla di “casa intelligente” e della possibilità di gestire i dispositivi tecnologici all’interno della propria abitazione, e non in senso più ampio, come avviene per la building automation.

In questo ambito, gli investimenti sulla domotica rientrano all’interno del novero delle agevolazionitrainate”, in qualità di investimenti sui “Sistemi di building automation e impianti domotici esclusivamente per i dispositivi che gestiscono direttamente la termoregolazione colonnine per la ricarica di veicoli elettrici”.

Ne deriva che ad essere potenzialmente agevolabili col Superbonus 110% sono esclusivamente gli investimenti nell’impianto domotico che gestisce la termoregolazione (impianti di riscaldamento e climatizzazione estivi) e il termostato smart home.

Affinché tali impieghi in domotica siano agevolabili al 110% è necessario che siano effettuati contestualmente ad almeno un intervento trainante sull’immobile, quale quello dell’isolamento termico delle superfici e/o la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria, a condensazione o a pompa di calore.

 

Domotica e Ecobonus 65%

Qualora non sia percorribile o conveniente la strada del Superbonus 110, è pur sempre possibile ricorrere al conseguimento dei vantaggi dell’Ecobonus, con detrazione del 65% delle spese legate all’installazione e alla messa in opera dei sistemi di Building Automation, utili per gestire in modo automatico e personalizzato gli impianti di riscaldamento, di produzione di acqua calda sanitaria o di climatizzazione estiva, compreso il loro controllo da remoto attraverso canali multimediali come quelli favoriti da smartphone, tablet o computer.

Per l’ottenimento dell’Ecobonus i dispositivi devono essere in grado di

  • mostrare i consumi energetici fornendo periodicamente i dati puntuali,
  • evidenziare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti
  • consentire l’accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

 

Quale soluzione scegliere

In questo approfondimento cogliamo l’occasione per ricordare come la centralina Alfasecur, attraverso cui è possibile gestire la sicurezza del proprio appartamento, l’ allarme casa e le telecamere di videosorveglianza, è anche il pannello di controllo dell’impianto domotico del proprio appartamento, potendo in tal modo ben rientrare nel contesto degli investimenti agevolabili.

Attraverso questo dispositivo è infatti possibile:

  • regolare la temperatura di ogni stanza, impostando gli orari di accensione e di spegnimento del condizionamento dell’aria, configurando la programmazione giornaliera o settimanale e monitorando i consumi costantemente e in tempo reale per evitare ogni spreco,
  • gestire le luci naturali (con le tapparelle che possono chiudersi da sole e le persiane che possono regolare l’apertura in base agli orari e alla luce esterne) e artificiali (programmando l’accensione o lo spegnimento delle lampadine interne e regolando l’intensità e il tono delle stesse)
  • controllare i componenti automatizzati collegando al sistema qualsiasi tipo di apparecchio elettrico o elettronico e prevenendo qualsiasi danneggiamento delle apparecchiature elettriche causate dai sovraccarichi
  • controllare gli accessi perimetrali (porte, garage, cancelli) in modo pratico e intuitivo.

 

Se vuoi saperne di più e vuoi approfondire come trasformare la tua casa in modo intelligente e risparmiare grazie alle agevolazioni fiscali, puoi richiedere una consulenza gratuita e senza impegno compilando il modulo online cliccando qui oppure chiamando il numero 0871 551244.

 

 

 

Stai pensando ad un impianto domotico?